Imparare a suonare il pianoforte è il sogno di molti, spesso anche in là con l’età. Per riuscirci occorre molto costanza, impegno e studio, ma l’anagrafe non costituisce certo un limite.

Prima di vedere alcuni consigli pratici su come imparare a suonare il pianoforte una nota: seppur si possono fare enormi progressi anche da autodidatta, seguire un corso di pianoforte strutturato è probabilmente la scelta migliore per imparare rapidamente.

Il Pianoforte

Iniziamo subito con il dire che non esistono trucchetti per imparare a suonare il pianoforte. Il piano è uno strumento molto complesso e versatile, imparando a padroneggiarlo si imparerà contemporaneamente a suonare anche le varianti come le tastiere.

A differenza ad esempio della chitarra, il pianoforte è uno strumento in media più costoso e che non può essere trasportato. Quindi richiede un investimento importante sia in termini di denaro che di spazio.

Scegliere quindi un pianoforte è primo passo. In questo ambito è bene farsi consigliare da un esperto in modo da fare l’investimento adeguato al proprio caso specifico.

Come iniziare a suonare il pianoforte

Una prima cosa essenziale quando si inizia a suonare il piano e sviluppare una certa dimestichezza e indipendenza delle mani. Inizialmente magari si tenderà più ad “appoggiarsi” sulla mano forte (spesso la destra) e meno su quella debole. Imparare a sviluppare sensibilità con entrambe le mani è una prima sfida per i novelli suonatori.

Una seconda tappa del viaggio verso la padronanza nel suonare il pianoforte è imparare il solfeggio. Quest’ultimo spesso rappresenta il primo incontro con la musica di chi si approccia, un incontro che spesso tende a essere considerato noioso.

Nonostante questo il solfeggio rappresenta la base della musica, uno step essenziale per chi vuole iniziare con il piede giusto il proprio viaggio musicale. Le note e il ritmo sono le fondamenta del solfeggio, che se pur ripetitivo porta enormi benefici nel medio-lungo periodo.

Una volta “ultimato” lo studio delle note, questo infatti va combinato con la capacità di “leggere” il ritmo, di seguire quindi la musica. Aspetti banali per i più navigati, ma molto complessi per chi è invece alle prime armi.

Fissarsi degli obiettivi

Come in tanti altri ambiti della vita è sopratutto il giusto mindset a fare la differenza tra chi riesce e chi no. Nel tuo percorso verso la maestria nel suonare il pianoforte, la capacità di non lasciarsi andare di fronte alle prime difficoltà è essenziale.

Per questo motivo il percorso per imparare il piano deve essere guidato da una forte passione, da costanza e da moltissimo lavoro su se stessi. Si tratta anche di un ottimo modo per trascorrere il proprio tempo libero.

Un buon maestro è un altro aspetto essenziale, come anche farsi guidare dai propri idoli nel settore di interesse (in questo caso grandi pianisti).

Si è già accennato agli obiettivi, è ben che questi siano suddivisi in micro-obiettivi. Si tratta infatti di tappe più brevi e facili da raggiungere che danno al proprio mindset una spinta potentissima.

Imparare a suonare il piano: conclusioni

Ricapitoliamo la ricetta vincente per imparare a suonare il piano:

  • Giusto mindset per fa fronte alle difficoltà
  • Passione, costanza, impegno nello studio
  • Fissare degli obiettivi piccoli e crescenti
  • Partire dalla basi nello studio della musica
  • Scegliere il giusto strumento, con un investimento iniziale idoneo al proprio caso specifico
  • Affidarsi a un maestro o una scuola di musica che possa guidare step to step nel proprio viaggio attraverso la musica
  • Divertirsi: lo abbiamo messo per ultimo, ma spesso ci si avvicina allo studio del pianoforte per trarne piacere

Questi sono solo alcuni brevi consigli per chi desidera iniziare a studiare il pianoforte.