arredare ingresso appartamento

L’ingresso di un’abitazione rappresenta il biglietto da visita della stessa. Lo stile con il quale è arredato conferisce immediatamente un aspetto del tutto unico e personale all’appartamento pertanto è importante prendersene cura sin dai più piccoli dettagli. L’ingresso di casa, inoltre, è lo spazio con il quale diamo il benvenuto ai nostri ospiti, per questo è importante che sia funzionale ed accogliente. La prima cosa da fare è individuare i punti di forza del proprio ingresso così da valorizzarli mediante la scelta di arredi, di complementi e di mobili più idonei.

Vediamo alcuni accorgimenti validi per la maggior parte degli ingressi di un appartamento, aldilà dello spazio a disposizione:

  • La presenza di uno specchio è consigliata su una delle pareti laterali alla porta, mai collocarlo in posizione frontale alla porta d’entrata;

  • La luce non deve essere né troppo forte né eccessivamente fioca;

  • L’inserimento di uno svuota-tasche o di sgabelli su cui accomodarsi per togliersi le scarpe rappresenta un fiore all’occhiello di molti appartamenti.

Quali sono i differenti stili utili in cui poter arredare un ingresso?

  • Ingresso Stile Classico: chi ama questo stile può procedere con l’acquisto di arredi e declinare lo stesso in maniera chic, moderno o casual che si voglia. In tal caso, è opportuno privilegiare mobili dagli stili semplici o vistosi. In quest’ultimo caso possiamo dare libero sfogo alla nostra fantasia con l’acquisto di lampadari e divani super raffinati e carte da parati con motivi particolari. Il colore più utilizzato è il nero, sia per rendere uniforme lo stile dei mobili e delle decorazioni sia per richiamare elementi presenti nell’ingresso dell’appartamento.

  • Ingresso in Stile Shabby Chic: dalle tonalità e dalle forme molto romantiche, questa tipologia di stile negli arredi ha lo scopo di riportare a nuova vita arredi antichi. In particolar modo, tale operazione, è compiuta mediante l’utilizzo del colore bianco, in tutte le sue differenti sfumature. Mediante questa tecnica, infatti, i segni del tempo vengono valorizzati attraverso la presenza di un bianco sporco dai toni soft e romantici. I complementi d’arredo più utilizzati sono specchi con cornici classiche, rivisitate, mobili di legno naturale riverniciato nei toni del grigio e del beige, oggetti di varia decorazione con un aspetto di epoche precedenti. Cosa mettere sui mobili? Sicuramente via libera a centrini di merletti e pizzi, quelli tanto amati dalle nostre nonne, oppure vasi riciclati lanterne, piccole candele, etc.

  • Ingresso Stile Nordico: questo stile è l’ideale per chi ama i colori neutri e i materiali naturali come il legno. Per realizzare uno stile nordico per il tuo ingresso di casa, è utile affidarsi a colori semplici, neutri, così da ottenere un ingresso funzionale, pratico e molto accogliente. Se avete a vostra disposizione specchi di epoca retrò, quadri con colori bianco o nero alle cornici, lampade da terra o ghirlande di fiori, utilizzateli e rendete il vostro ingresso qualcosa di spettacolare, in perfetto stile scandinavo.